Galleria Fotografica Danni estetici – Seno

foto-005

Risultato inaccettabile di una mastoplastica additiva.
Notare la sproporzione tra i poli inferiori e i poli superiori delle mammelle protesizzate per erronea realizzazione delle tasche protesiche.

foto-006

Esito di una mastopessi con protesi,  per errate manovre chirurgiche con creazione di una sinmastia

foto-004

risultato di una mastoplastica additiva.
E’ chiara l’erronea pianificazione dell’intervento

foto-003

Risultato inaccettabile di una mastoplastica additiva per erronea preparazione delle tasche chirurgiche sede delle protesi mammarie

foto-002

Risultato disastroso di mastoplastica additiva con errata preparazione delle tasche chirurgiche

foto-001

Esito insoddisfacente di una mastoplastica additiva.  Le protesi erano inadeguate per il seno della paziente e la tasca chirurgica mal confezionata

esito-mastopessi

Notare la ptosi non risolta con la tecnica di mastoplastica peri areolare che ha consentito di elevare solo l’aereola ( areolopessi anziché mastopessi ). Il polo inferiore della mammella rimane ptosico e la protesi si evidenzia come una bombatura anomala al polo superiore.
Esito esteticamemte inaccettabile di una mastoplastica additiva e di una ( cosiddetta ) mastopessi peri areolare. Notare la cicatrice peri areolare a testimonianza dell’avvenuta arrolo pessi. Notare il rigonfiamento del polo superiore per la posizione troppo alta della protesi mammaria. La malpractice sta nel fatto che il chirurgo avrebbe dovuto prevedere che in un caso simile di ptosi ( di seno cadente con l’areola sotto il solco sottomammario ), non sarebbe stato sufficiente eseguire una pessi peri areolare, procedura con la quale si sarebbe ottenuta solo una areolo pessi ( non indicata ) e mon una mastopessi. Per ottenere l’unità anatomica di protesi e ghiandola si sarebbe dovuta eseguire una mastopessi con incisione anche verticale. Il caso necessita di un reintervento completo di mastopessi.

009

Esempio di wrinkling ( le piegoline visibili sul lato interno della mammella sinistra ) espressione spesso della somma di vari fattori: scarso tessuto di rivestimento della protesi, diametro della protesi grande rispetto alla tasca chirurgica, protesi sotto riempita o a gel poco coesivo

008

Esito di mastoplastica additiva con sfondamento dei solchi mammari, maggiormente da un lato, con conseguente dismorfia e asimmetria.
notare come i solchi sottomammari siano spostati in basso e le areole non siano, come dovrebbero essere, al centro dei coni mammari. Per riproporzionare la posizione delle areole e ridurre la dimensione relativa dei poli inferiori è necessario un ulteriore intervento che vada a definire i solchi sotto mammari in posizione più alta, riportando una semiluna di cute attualmente mammaria, nella sua posizione originaria di cute toracica, divenuta mammaria per “sfondamento” in basso delle protesi mammarie conseguentemente a un inadeguata fissazione dei solchi sottomammari.

foto-007

Decubito della protesi come risultato di un’errata pianificazione della tasca chirurgica sede della protesi